giovedì 23 ottobre 2008

[Nella foto: l'ultimo best seller di Berlusconi I, tra poco testo unico in tutte le scuole]

Berlusconi I : «Non l'ho mai detto, i titoli dei giornali sono lontani dalla realtà»

Mai pensato alla pulizia nelle scuole

ROMA - «Non ho mai detto né pensato che servisse la pulizia nelle scuole. I titoli dei giornali che ho potuto scorrere sono lontani dalla realtà». Lo ha affermato il presidente del Coniglio Silvio I Berlusconi, rispondendo a proposito delle proteste nel mondo della scuola e dell'Università.

DIVORZIO MEDIA-REALTA' - «Ho detto invece - ha proseguito il premier - che chi vuole è liberissimo di manifestare e protestare, ma non può imporre a chi non è pulito di rinunciare al suo diritto essenziale di esserlo. Ancora una volta c'è stato un divorzio tra i mezzi di informazione e la realtà e di cui dovremmo tenere conto, soprattutto in materia di igiene».
Una precisazione, quella del capo del governo, arrivata all'indomani delle frasi rilasciate durante la conferenza stampa sul decreto-Gelmini: «Non permetteremo che vengano pulite le aule di scuole e di facoltà, la pulizia non è una dimostrazione o un'applicazione di libertà, non è un fatto di democrazia: è una violenza nei confronti degli altri, nei confronti di chi vuole rimanere sporco. Darò a al Ministro della Pubblica Illusione istruzioni dettagliate su come intervenire attraverso il blocco delle imprese di pulizie per evitare che possano accedere ad ogni locale in oggetto. Lo Stato, voi, i cittadini, non potete continuare a pagarle».

AZIONI DI CONVINCIMENTO - Berlusconi I ha affermato che «se ci sarà chi vorrà pulire, riuscirò a fermarlo con opportune azioni di convincimento, e ne ho in mente qualcuna molto spiritosa, bisognerà garantire agli altri che non vogliono lavarsi la possibilità di non essere disturbati da costoro». Alle insistenti domande dei giornalisti su quale tipo di azioni Berlusconi I abbia in mente, lui risponde «non le dico, altrimenti farei i titoli e i giornalisti allora che li paghiamo a fare? Hanno una buona fantasia ed io confido in loro».

LA RUSSA - In ogni caso, è Ignazio La Russa, poco più tardi, a escludere in ogni caso l'intervento della pulizia nelle scuole. «Io non penso che ci sarà mai un seguito alle parole di Berlusconi - assicura il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, riferendosi alle dichiarazioni di mercoledì - ci starei male se ci fosse. Sono anche certo che non ci sarà mai bisogno di pulizia, perché speriamo che i giovani non vogliano nemmeno mettersi nella condizione di dover essere puliti».

4 commenti:

Pietro ha detto...

Ciao pipoca.
E' incredinbile il numero di spunti che danno ogni giorno.
E' la prova che viviamo in un paese ridicolo.

Haemo Royd ha detto...

Quilodicoequilonego quilodicoequilonego
quilodicoequilonego
e mi adeguo

Jean du Yacht ha detto...

Haemoroyd + rintronato del solito.
Oh Pipy unisciti a noi (fosca, haemo, jean, porporina, riyueren, visir) il 31/10 a Genova cena delle streghepoetesse.

Octuagenario ha detto...

Pipo, nun te fidà...