domenica 2 novembre 2008

S.O.S. SALUTE

[Nella foto: il metodo più sicuro per evitare il contagio da raffreddore]

I principali mezzi di trasmissione del raffreddore sono le mani

Il raffreddore si attacca al telecomando e da lì si trasferisce agli uomini

INCREDIBILE SCOPERTA IN VIRGINIA

SCOPERTA - Secondo quanto scoperto da un team di medici grazie ad una precisissima, quanto mai impegnativa ricerca, realizzata dall'Università della Virginia, i principali veicoli che disseminano e trasmettono il Rhinovirus, il virus che provoca il raffreddore, sono le mani e quindi gli oggetti domestici che tocchiamo tutti i giorni: il telecomando, lo sportello del frigo, il rubinetto del bagno, le chiavi di casa, le ante dell'armadio, i pomelli dei cassetti e gli accessori erotici.

DEPOSITI - Il Rhinovirus, propagato attraverso colpi di tosse e starnuti, si deposita sulle superfici che le persone toccano maggiormente, dove sopravvive e si mantiene attivo per più giorni, le mani poi lo trasmettono all'apparato respiratorio.

COME SI TRASMETTE - Come fa il virus del raffreddore a passare dalle supercifi all'apparto respiratorio? Gli studiosi, dopo anni di studio, sono arrivati alla conclusione che il mezzo che causa la trasmissione è dato dalle mani.
Per esempio strofinarsi una mano sugli occhi dopo aver aperto una porta o toccato il vibratore, grattarsi una gengiva: ecco come il virus impiegherà pochissimo a penetrare nell'organismo attraverso la congiuntiva o la saliva.
Comunque non c'è solo a casa il «rischio-oggetti», altri «mezzi» di contagio molto diffusi possono essere le penne usate da altri in ambiente di lavoro, il mouse del computer, un acquisto che ci viene passato dalle mani del commerciante.

COME SI EVITA - Il consiglio che ci danno è importantissimo. Prima di tutto è necessario aver cura dell'igiene domestica e tener ben pulite suppellettili, oggettistica, arredo e mani. Sembra invece che sia inutile diffondere disinfettanti nell'aria, «alcune persone – ha commentato il Dottor Winther - pensano di igienizzare la casa spruzzando spray disinfettanti e antisettici, ma il Rhinovirus non rimane in sospensione aerea» e si deposita cadendo su tutto l'ambiente circostante.

Se il passaggio tra gli oggetti e l'organismo umano generalmente avviene tramite le mani, ecco che indossare perennemente guanti in lattice, già scongiura parzialmente il pericolo. Inoltre si consiglia l'uso di mascherine traspiranti per ogni orifizio, compresi bocca, naso, orecchie e organi genitali, sia in ambienti chiusi che all'esterno, per gli occhi si usi una maschera che copra sino alle tempie. Nel momento in cui ci sia bisogno di cambiarsi d'abito, si dovrà dotare l'abitazione di apposite stanze sterilizzate, così come dovranno essere sterilizzati quotidianamente tutti gli oggetti che comunemente ci accompagnano.
Il successivo passo sarà quello di evitare completamente l'uso delle mani nelle azioni di vita quotidiana.

[Nella foto: l'indumento previsto per i contaminati]

IL GOVERNO ITALIANO - Il Ministro della Salute Maurizio Sacconi nel ringraziare il team per l'importantissima scoperta che rivoluzionerà la storia dell'uomo e della medicina, ci fa sapere che intenderà prendere al più presto misure atte a contenere l'uso delle mani nello svolgersi della vita quotidiana, di cui il metodo iniziale sarà semplicemente quello di legare le mani ad ognuno di noi, soprattutto ai giudici, specialmente ai pm. Nel frattempo, al fine di contenere urgentemente la diffusione del virus, ha previsto l'obbligo per questi ultimi di indossare speciali campanelli che avvisino le persone del loro passaggio o della loro presenza, precisando che il limite minimo consentito della distanza che dovrà intercorrere tra le persone è di 3,15 metri.

1 commento:

Pietro ha detto...

Dagli all'untore. Tolleranza zero.
:-)